Sugli Stati del Golfo: i peggiori.

La Torre di Babele

IMG_6031Gli Emirati Arabi sono sempre stati, per noi cronisti,  la porta verso l’inferno. L’ultimo approdo prima di immergersi nella realtà dura di Iraq e Afghanistan. Oppure, al ritorno, il primo “risveglio” negli agi dopo un periodo di grandi disagi. Ricordo soprattutto la prima volta a Kabul, nel 2001: dopo un mese e mezzo in cui avevo dormito vestito, nel sacco a pelo, e mangiato pochissimo e male, sostai a Dubai per tre giorni. Con un programma preciso diventato poi rituale per tutte le volte successive.  Primo giorno: chiuso in albergo, tra una doccia e un bagno, per riassaporare la voglia di pulito. Secondo giorno: dedicato alla cucina, riassaporando i sapori, a pranzo spaghetti in un ristorante italiano, la sera cena di pesce dai cinesi. Terzo giorno: la febbre consumistica. Dopo tanto tempo senza spendere combattevamo la crisi di astinenza buttandoci nei fantasmagorici centri commerciali, segno di quanto siamo malati. Poi…

View original post 395 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...