Sugli Stati del Golfo: i peggiori.

La Torre di Babele

IMG_6031Gli Emirati Arabi sono sempre stati, per noi cronisti,  la porta verso l’inferno. L’ultimo approdo prima di immergersi nella realtà dura di Iraq e Afghanistan. Oppure, al ritorno, il primo “risveglio” negli agi dopo un periodo di grandi disagi. Ricordo soprattutto la prima volta a Kabul, nel 2001: dopo un mese e mezzo in cui avevo dormito vestito, nel sacco a pelo, e mangiato pochissimo e male, sostai a Dubai per tre giorni. Con un programma preciso diventato poi rituale per tutte le volte successive.  Primo giorno: chiuso in albergo, tra una doccia e un bagno, per riassaporare la voglia di pulito. Secondo giorno: dedicato alla cucina, riassaporando i sapori, a pranzo spaghetti in un ristorante italiano, la sera cena di pesce dai cinesi. Terzo giorno: la febbre consumistica. Dopo tanto tempo senza spendere combattevamo la crisi di astinenza buttandoci nei fantasmagorici centri commerciali, segno di quanto siamo malati. Poi…

View original post 395 altre parole